La nostra storia

Dal 1957 ad oggi..

La Famiglia Rossi ha accolto all’Hotel Gabriella turisti ed amici da tutta Italia e gran parte d’Europa, per quasi sessanta anni.

Giunti ormai alla terza generazione nel tramandare passione per l’accoglienza, per la ristorazione ed il tipico calore romagnolo che contraddistingue la nostra regione.

Ora si attende la quarta generazione (che per il momento ha ancora davanti qualche anno di scuola ma che cresce molto velocemente)!

img-storia

Torre Pedrera

Torre Pedrera, nome bizzarro per un paesino sulla costa a pochi km a nord di Rimini. Il nome deriva dall’antica torre (ancora esistente) simbolo del paese e costruita nel 1672 per avvistare i pirati saraceni.
Il termine “Pedrera” è di origine un po’ più incerta e sembrerebbe derivare da una pietraia nelle vicinanze.

Torre Pedrera, come tanti piccoli paesi della costa Romagnola, vive una “doppia vita”: come se l’anno fosse suddiviso in due.

L’inverno è lento e riflessivo, dedicato alla famiglia e alle attività che animano qualsiasi piccolo paese di provincia.

In primavera però tutto comincia a cambiare, si avverte la febbrile attività creativa e la passione di tante persone che si preparano ad accogliere turisti da tutta Europa.

Si “svegliano” le spiagge, si accendono le luci, riaprono tante realtà andate in (apparente) letargo per l’inverno e il paese cambia forma, aspetto e colori.

In Estate poi Torre Pedrera raggiunge il culmine della sua energia, con feste, intrattenimenti, mercati, musica, luci e colori.

Mesi di allegria, sorrisi e divertimento, passione per il sole, per il mare e la “vita romagnola”..

Torre Pedrera da sempre aspetta con trepidazione i tanti turisti, che spesso diventano veri e propri amici, nel corso degli anni.

Come ogni paesino che si rispetti ci sono le botteghe tipiche: fornaio, ferramenta, negozi di alimentari, negozi di scarpe, boutique, tabaccherie, parrucchieri, estetiste a cui si affiancano fotografi, negozi di souvenir, bar, gelaterie, ristoranti, pizzerie e le immancabili piadinerie.
Non dimentichiamo la Chiesa, la piazza e la sua fontana.. e che paesino sarebbe senza?

Dietro ognuna di queste attività ci sono nomi, persone, famiglie, vita, storie, aneddoti da raccontare ma soprattutto tanta tanta voglia di raccontarsi e farvi sperimentare l’accoglienza romagnola…

E sicuramente incontrerete personaggi da film di Fellini provenienti dalla Romagna più vera e autentica!